I Semi narranti di Claudia Becchi: libri e laboratori scientifici per bambini

1

Libri e laboratori per l’infanzia a tema scientifico sono al centro del progetto Semi narranti della biologa e divulgatrice Claudia Becchi che ha raccontato all’Empovaldo come accendere la passione per la conoscenza e la scoperta in grandi e piccini.

Divulgazione scientifica a misura di bambino fra libri ed esperimenti: come nasce il progetto Semi narranti?
“Questo progetto nasce dalla fusione di due pezzi importanti della mia vita. Ho fatto la ricercatrice all’Università di Firenze per quasi 10 anni, occupandomi di ecologia marina e biodiversità. Poi mi sono fermata per dedicarmi completamente ai miei figli. In questi ultimi anni da mamma a tempo pieno mi sono appassionata alla letteratura per l’infanzia, all’inizio da profana, poi in modo sempre più approfondito, frequentando seminari e corsi di promozione della lettura.
Sono una convinta sostenitrice dell’idea che i libri per bambini, esattamente come quelli per adulti, non debbano per forza insegnare qualcosa, ma piuttosto parlare all’anima di ogni lettore, in modi non sempre prevedibili o prestabiliti. Però, visto che il mio cuore “scientifico” non ha mai smesso di battere, con il tempo non ho potuto fare a meno di accorgermi che il panorama editoriale attuale è anche pieno zeppo di libri di divulgazione assolutamente eccezionali e di altissima qualità, capaci di coniugare alla perfezione contenuti scientifici ed emozionalità, di essere istruttivi e divertenti, di veicolare messaggi didattici in modi inusuali, stimolanti, creativi.
La cosa triste è che purtroppo queste meraviglie restano perlopiù sconosciute a una grandissima fetta di potenziali lettori (anche la maggior parte degli insegnanti spesso ne ignora l’esistenza).
Ho deciso quindi di creare uno spazio, rivolto soprattutto a genitori e insegnanti, in cui raccontare i miei “incontri” più belli, i libri che mi hanno colpito di più e perché.
Perché solo libri a tema scientifico? Perché fortunatamente gli albi illustrati e la narrativa per ragazzi sono oggetto crescente di attenzioni da parte di book blogger, bibliotecari e professionisti della promozione della lettura, che sanno sviscerarli e raccontarli senz’altro meglio di quanto potrei fare io.
E poi perché la scienza è stata il mio primo amore e ho pensato che avrei potuto sfruttare questo canale anche per cercare di fare qualcosa in più: solleticare la curiosità dei bambini (ma anche dei grandi, perché no) proponendo loro spunti di gioco e di scoperta che li allenassero a guardare il mondo oltre la superficie e l’apparenza delle cose. Da cui l’idea di abbinare ogni libro a un breve laboratorio “casalingo”, facile da realizzare”.

semi narranti I Semi narranti di Claudia Becchi: libri e laboratori scientifici per bambini Semi Narranti 05

Qualcuno ha detto che bambini e scienziati hanno molto in comune…
“I bambini sono sospinti da una fortissima curiosità per il mondo che li circonda, e sono capaci di emozionarsi profondamente di fronte alle cose più inaspettate, di notare dettagli tanto nascosti quanto significativi. E tutto ciò li porta a fare domande, molte domande (a volte fin troppe, per noi stanchi genitori…). Questa attitudine è molto simile a quella che gli scienziati sfruttano per trovare spiegazioni ai fenomeni della natura. Ed è un’attitudine che andrebbe accolta e assecondata con grande cura e rispetto perché, al di là di ciò che ogni bambino diventerà da grande, allenare la mente a osservare, farsi domande e trovare risposte è quanto di più utile si possa fare per diventare adulti realmente liberi”.

semi narranti I Semi narranti di Claudia Becchi: libri e laboratori scientifici per bambini Semi Narranti 03

Le attività e gli esperimenti di Semi narranti potrebbero essere fatte insieme da adulti e bambini in questi giorni di “cattività”?
“Assolutamente sì. Anzi, ho volutamente modificato l’assetto del progetto, proprio cercando di renderlo più adatto a questo momento particolare, in cui molti bambini si annoiano e molti genitori sono alla ricerca di esperienze stimolanti, facili e veloci da proporre loro. Ho ridotto il numero di recensioni, proprio per cercare di inserire invece più laboratori, scegliendone magari di più semplici, da realizzare con materiali disponibili in tutte le case. Ad ogni laboratorio abbino qualche curiosità scientifica, come spunto di approfondimento”.

semi narranti I Semi narranti di Claudia Becchi: libri e laboratori scientifici per bambini Semi Narranti 04

Come sta vivendo la tua di famiglia questi giorni difficili? Come hai spiegato il virus ai tuoi figli?
“Dario (1 anno e mezzo) è fortunatamente troppo piccolo per porsi domande su questa situazione. Simone (5 anni) invece di domande ne ha fatte tante. Ho risposto con sincerità e semplicità, anche aiutandomi con le molte risorse creative comparse in queste settimane sul Web (ad esempio la filastrocca di Roberto Piumini). E soprattutto cercando di infondere in lui la fiducia nel progresso scientifico e nelle capacità umane. Questo momento passerà, grazie all’impegno di tutti quanti.
Noi abbiamo la grandissima fortuna di abitare in piena campagna, fra boschi e campi di olivi. Possiamo continuare a stare all’aperto, annusare la primavera e dedicarci ai lavori nell’orto e in giardino, che sono tanti e riempiono le nostre giornate. Questo non significa che le nostre vite non siano cambiate, ovviamente. Ho cercato di affrontare questo stravolgimento tentando di costruire una nuova regolarità quotidiana. La mattina facciamo colazione tutti insieme, poi il babbo gioca con Dario, mentre io “gioco alla scuola” con Simone. Disegniamo, leggiamo storie, facciamo lavoretti creativi proposti dalle maestre e ovviamente qualche laboratorio scientifico. Cerco comunque di lasciare i miei figli liberi di fare ciò che preferiscono, compatibilmente con le routine casalinghe. E soprattutto cerco di trasformare questo momento in un’opportunità per stare insieme in modo più consapevole, piacevole e coinvolgente.
Di aspetti positivi in questo isolamento forzato ce ne sono, volendoli guardare. All’improvviso è scomparsa la fretta, la necessità di correre la mattina presto, di incastrare mille esigenze e mille orari obbligati. Ci possiamo svegliare con calma, possiamo giocare nel lettone, dedicarci a fare ciò che più ci piace. E soprattutto, per la prima volta siamo tutti insieme, tutto il giorno, tutti i giorni. Non avevo mai riflettuto abbastanza, prima, su quanto questo possa essere prezioso per dei bimbi piccoli. E anche per noi grandi, in realtà”.

semi narranti I Semi narranti di Claudia Becchi: libri e laboratori scientifici per bambini Semi Narranti 01

Molte librerie – fortunatamente – offrono la possibilità di usufruire di consegne a domicilio: quali libri consiglieresti ai lettori dell’Empovaldo?
“Non è facile selezionare solo qualche titolo, fra tutti quelli che mi verrebbero in mente. Anche perché i temi disponibili e gli approcci con cui vengono trattati sono davvero i più disparati. E naturalmente la scelta dovrebbe essere fatta in base all’età e agli interessi specifici dei singoli bambini.
La mia selezione è molto soggettiva, ma visto che la maggior parte dei bambini di tutte le età adora la Storia Natuale in ogni sua forma… Ecco quali sono i miei preferiti:

• Per gli amanti delle stelle e del cosmo: Planetarium: il grande libro dell’Universo, di Chris Wormell (Rizzoli editore)
• Per un viaggio a tutto tondo nella natura: Il libro della natura, di Amanda Wood (Mondadori – ElectaKids)
• Per emozionarsi con storie incredibili di animali: Atlante di zoologia poetica, di Emmanuelle Pouydebat (L’Ippocampo edizioni)
• Per esploratori di mondi nascosti: Sottacqua Sottoterra, di Aleksandra Mizielinska (Mondadori – ElectaKids)
• Per gli amanti del mare e delle opere d’arte: Oceano: tagli e animazioni per esplorare il mondo marino, di Emmanuelle Grundmann (L’Ippocampo edizioni)”

Per scoprire tutti i libri e i laboratori di Semi narranti:
Facebook: https://www.facebook.com/seminarranti/
Instagram: https://www.instagram.com/semi_narranti/
Blog: https://seminarranti.wordpress.com

 

Elena Mondovecchio

Elena Mondovecchio

"Ci sono versi – a volte intere poesie – / che neanch’io so cosa vogliono dire. Quello che non so / mi trattiene ancora". Ghiannis Ritsos, Esercizi
Share.