Beat 2017, sound and vision

0

Non c’è due senza tre e anche quest’anno il Beat Festival ha trasformato il parco di Serravalle in una delle più grandi location di spettacoli di tutta Italia.

Ancora più musica live, più street food e buona birra, ma anche attività per bambini e famiglie e tanto sport. Una festa che vive a pieno il luogo nel quale si svolge e capace di coinvolgere persone di tutte le età. Dietro alla crescita del Beat c’è una “visione”, un sogno: costruire un festival come quelli che si vedono in giro per l’Europa, dove accanto ai grandi nomi della musica che si esibiscono sul main stage trovano spazio le band emergenti, le emittenti come Orme Radio e le testate come l’unica che prenderesti volentieri, l’Empovaldo. Ma non solo! Infatti a Empoli l’Associazione Beat 15 che organizza il maxi evento è riuscita a coinvolgere numerose realtà locali anche del mondo dello sport. Dal 25 al 27 agosto si sono visti in concerto gli Alborosie e Shengen Clan, gli Zen Circus e i Fast Animals and slow kids, per non parlare del grande happening a ingresso libero “Beat Night” in cui si sono esibiti Giorgio Poi e tanti altri artisti emergenti come Andrea Maestrelli, Antonio Bollettino, Diego Conti e Emma Maestrelli.

Beat 2017, sound and vision Visioni Beat Festival

Ciliegina sulla torta di una grande edizione del Beat la chiusura speciale con il concerto dei Franz Ferdinand del 1 settembre: band scozzese che mancava dall’Italia da ben tre anni e in occasione del quale sono stati venduti numerosi biglietti anche all’estero. E mentre l’Associazione Beat 15 si gusta il successo di questa 3ª edizione, siccome sono dei visionari, la loro mente è già rivolta alla prossima edizione del Festival che siamo certi sarà anch’essa organizzata con impegno e “the gift of sound and vision”. 

Share.

Leave A Reply