Fieno per la mente

0

Copertina del libro La mia Francigena di Andrea Vismara francigena Fieno per la mente Copertina del libro La mia Francigena di Andrea Vismara

La Via Francigena percorsa da un romano che ha scelto la Toscana

Andrea, lo conosco per caso una sera di beer-pong fra amici. Simpatico, si professa laico convinto, rocker nell’animo, “patente esente” per scelta e appassionato di fotografia e cucina. «Sei romano, che ci fai da queste parti?». «Improvvisamente ho deciso di mollare tutto. Il lavoro stressante ma ben pagato, una città caotica. Ho scelto di cambiare aria, di scrollarmi di dosso i pesi che mi opprimevano, di amare qualcuno senza fare il pendolare e dedicarmi un intero lunghissimo anno sabbatico». Fin qui niente di nuovo, ma perché scegliere di percorre 913 chilometri a piedi su un sentiero religioso antichissimo?

La risposta è questo libro, una divertente “non guida” sulla Via Francigena, uno dei sentieri più affascinanti d’Italia, sui suoi difetti e le sue bellezze, un diario di viaggio dal ritmo serrato pieno di storie e consigli, scritto con ironia e un pizzico di surreale follia; un modo per ridare il giusto valore al camminare come esperienza culturale e formativa. Un libro da leggere tutto d’un fiato e magari in cammino.

Dal 24 marzo, in tutte le librerie.

La mia Francigena
Andrea Vismara
Edizioni dei Cammini | Go Walk
192 p.

Andrea Vismara, biografia
Andrea Vismara nasce a Roma l’11 ottobre 1965.  Per molti anni lavora nei più noti rock club romani con lo pseudonimo dj demian. Musicista e compositore ha suonato in vari gruppi dell,underground capitolino. fotografo fin da giovanissimo, ha frequentato l’Istituto superiore di fotografia. Nel 2014 pubblica il suo primo romanzo: ”Iddu – dieci vite per il dio del fuoco” per i tipi della Spartaco Edizioni. Dal 2015 vive e lavora in Toscana.

Dario Barbaria

Dario Barbaria

Con Palermo nella pancia, dal mare sbarco in Toscana e in un abbraccio trovo l'Amore. Poi una bottega. Entro in cerca di un Mestiere. Qui imparo che Rigore è Bellezza, Umiltà è Ricchezza, e che Dovere coincide con Piacere! A lavoro creo, sbaglio, mi stupisco ogni santo giorno, testa fra le nuvole e piedi per terra. Ma soli si sa, siam ben poca cosa, solo dall'incontro con altre menti e cuori fumanti prendono vita le Idee migliori e rivoluzionario diventa il quotidiano.
Share.

Leave A Reply