Misura

0

 

Come quella volta che nevicava
e imparai la misura esatta della vita.
Da bambino vidi mia madre piangere.
Lo faceva con contegno
come solo certe signore di un tempo
sanno fare, ma quando si accorse di me
cercò di sorridere.
Seppi allora, da quella smorfia,
che nessuno è escluso dall’esperienza del dolore.
Poi ci fu la volta in cui mio padre voleva prenderlo la morte.
E chi c’aveva mai pensato sarebbe morto mio padre.
Era immortale per il bambino che sono.
È così che ho scoperto fino a che punto
si diventa grandi.
Mia nonna esalò un respiro lieve.
Espirò l’ultima volta.
Non si muore inspirando, sapete?
È questa la misura della morte.
Una notte in sogno l’ho vista mia nonna.
Mi ha preso il volto fra le mani.
Tranquillo mi ha detto, tranquillo, sto bene. E tu?
Io nonna? Io un giorno ho scoperto la misura. Nevicava.

 

 

Massimiliano Bardotti

Massimiliano Bardotti

è nato a Castelfiorentino nel 1976, dove vive. Poeta e performer è curatore per la regione Toscana della Collana Poetica Itinerante di Thauma edizioni. Nel febbraio 2011 con Thauma è uscito il suo libro Fra le Gambe della Sopravvivenza finalista a: Premio Mario Luzi, Arezzo Poesia Sergio Manetti, Premio città di Sassari, Premio letterario internazionale Sulle Orme di Ada Negri e Premio di poesia Annuario; terzo classificato al Premio Città della Spezia e vincitore del Premio città di Manfredonia Re Manfredi.
Massimiliano Bardotti
Articoli di Massimiliano Bardotti (mostra tutti)
Share.

Leave A Reply