Gli spazi dell’anima

0

Pane e Poesia spazi Gli spazi dell'anima Pane e Poesia

Nell’erba, la fresca dimora di mille mattini
si svegliava Rimbaud al primo raggio di sole
così cominciava il poeta a vagare
fra rovine d’incanto e pallori.
Anche Dino Campana sapeva vagare
s’allacciava le scarpe ben strette
e non c’era distanza da poterlo fermare.
Da Bologna all’America, quello fu Carnevali
poeta di pochi; nello stretto di una prigione
trovò ispirazione Gregory Corso
dal manicomio cantò Alda Merini.
Dall’inferno fin su in Paradiso
Dante l’ardito cantore divino.
Poeti, dimenticati o ignorati
poeti ancor oggi acclamati
nello spazio angusto d’un giorno
o nello sconfinato infinito
non fa differenza:
Quando Lei lo comanda
gli spazi dell’anima
si fan canti di lode e bellezza.

Massimiliano Bardotti

Massimiliano Bardotti

è nato a Castelfiorentino nel 1976, dove vive. Poeta e performer è curatore per la regione Toscana della Collana Poetica Itinerante di Thauma edizioni. Nel febbraio 2011 con Thauma è uscito il suo libro Fra le Gambe della Sopravvivenza finalista a: Premio Mario Luzi, Arezzo Poesia Sergio Manetti, Premio città di Sassari, Premio letterario internazionale Sulle Orme di Ada Negri e Premio di poesia Annuario; terzo classificato al Premio Città della Spezia e vincitore del Premio città di Manfredonia Re Manfredi.
Massimiliano Bardotti
Articoli di Massimiliano Bardotti (mostra tutti)
Share.

Leave A Reply