L’editoria indipendente contemporanea al Fruit con Francesco Ciaponi e le Edizioni del Frisco

0

Quattro chiacchiere con Francesco Ciaponi e le sue Edizioni del Frisco che hanno portato alla settima edizione di Fruit Exhibition workshop e talk dedicati all’editoria indipendente.

Cosa hai fatto di ganzo a Bologna? Dicci un po’…
Innanzi tutto mi piace sottolineare come di solito al FRUIT ci andavo da appassionato e/o acquirente e poter partecipare invece come docente è stato per me veramente motivo di orgoglio e felicità.
Nella 3 giorni bolognese ho tenuto un corso dei miei, sulla storia della grafica e dell’editoria indipendente, in questo caso focalizzato sull’odierno panorama dei magazine indipendenti, diciamo partendo dalla storia di Monocle fino a qualche esempio del panorama italiano. Devo dire che i partecipanti sono stati numerosi e interessati ad un tema che quasi mai viene illustrato in maniera analitica e approfondita.
Ho poi tenuto un workshop pratico dove i ragazzi, circa 20, hanno creato una loro fanzine cartacea attraverso la fantasia, il divertimento ed alcune linee guida. I lavori sono davvero bellissimi a dimostrazione che il pubblico del FRUIT ha già nel proprio DNA la cultura editoriale underground. Per chi volesse, questa settimana sto postando sui miei canali social tutti i lavori… Infine ho organizzato e moderato una bella tavola rotonda con alcuni dei migliori magazine indipendenti italiani dove abbiamo discusso della situazione generale e di aspetti specifici di questo mondo nascosto ma molto, molto vivo e in movimento.
Insomma, stanco, ma bene, direi benone.

fruit L'editoria indipendente contemporanea al Fruit con Francesco Ciaponi e le Edizioni del Frisco Fruit Fanzine Immagine dalla pagina Facebook Edizioni del Frisco

”BOOM” Fanzine autoprodotta durante il workshop “Create your zine” svolto al Fruit di Bologna da Silvia Gibertini, Caterina Cappelli e Flavia Trafiletti – foto da Edizioni del Frisco

Il lab è stato molto tattile: carta, forbici, riviste… il futuro dell’editoria indipendente passa dal lavoro artigianale?
Il laboratorio era pratico ed incentrato sullo specifico prodotto Fanzine, un genere particolare, storico direi, del panorama editoriale indipendente che regolarmente viene dato per spacciato per poi riscoprirlo sempre in perfetta forma. L’aspetto artigianale di certa editoria indipendente, penso ai magazines, sta forse in altro. Penso alla ricerca sul campo dei materiali, alla cura delle carte, alla distanza siderale fra i moderni magazine sempre sperimentali e curatissimi e il mondo dei service online, standardizzati e forzatamente ingabbiati in regole e parametri.
Nuove strade da cercare, nuovi mondi da scoprire… è questo dopo tutto lo scopo alla base dell’esigenza d’espressione del mondo indipendente.

fruit L'editoria indipendente contemporanea al Fruit con Francesco Ciaponi e le Edizioni del Frisco Fruit Lab Immagine dalla pagina Facebook Edizioni del Frisco

“Selfie” Fanzine autoprodotta durante il workshop “Create your zine” svolto al Fruit di Bologna da Gabriella Saiello e Francesca Sirianni – foto da Edizioni del Frisco

Che prospettive local ha l’editoria indipendente e nello specifico nell’empolese valdelsa? Ti va di segnalarci qualcosa che si muove?
In Toscana siamo un pò appesantiti e facciamo un pò fatica ad alzare il livello dei prodotti editoriali e degli eventi ad essi collegati, non per mancanza di passione o competenze ma per una storia che ancora forse non ci appartiene del tutto. Se penso a Bologna, o Milano, ma anche Torino è chiaro che certa editoria indipendente è più viva perché coltivata da anni da realtà storiche e non che portano una sensibilità maggiore e maggiore interesse.
In Toscana vedo con grande interesse il lavoro che sta iniziando FACTO a Montelupo e il The Student Hotel a Firenze, due realtà nuove e coraggiose che spero diano in futuro spazio e possibilità a questo mondo.
Da un punto di vista dei prodotti ahimè, come detto sopra, la Toscana è un pò latitante per questo è importante che esistano momenti in cui si fa cultura editoriale come per esempio negli ultimi anni stanno faticosamente tentando di fare Le Vanvere, meravigliose e agguerrite.

fruit L'editoria indipendente contemporanea al Fruit con Francesco Ciaponi e le Edizioni del Frisco Fruit Immagine dalla pagina Facebook Edizioni del Frisco

Hai portato i nostri saluti alla Torre degli Asinelli? Questo è stato il primo anno dopo tre di fila, che noi non siamo andati al Fruit di Bologna come partecipanti attivi. Ma abbiamo tanti bei ricordi.
Ho menzionato l’Empovaldo come genuina realtà territoriale nella lezione sui magazine indipendenti, lo ammetto. Dopotutto è un soggetto editoriale presente da tempo e che cerca di muoversi in avanti.
Per il resto il FRUIT, nonostante la novità della sede ed un gran freddo, è sempre un bel vedere, anzi sfogliare..

Dario Barbaria

Dario Barbaria

Con Palermo nella pancia, dal mare sbarco in Toscana e in un abbraccio trovo l'Amore. Poi una bottega. Entro in cerca di un Mestiere. Qui imparo che Rigore è Bellezza, Umiltà è Ricchezza, e che Dovere coincide con Piacere! A lavoro creo, sbaglio, mi stupisco ogni santo giorno, testa fra le nuvole e piedi per terra. Ma soli si sa, siam ben poca cosa, solo dall'incontro con altre menti e cuori fumanti prendono vita le Idee migliori e rivoluzionario diventa il quotidiano.
Share.

Leave A Reply