I versi di Lucia Dughetti alla Posta del Mulo

0

Alla Posta del Mulo dell’Empovaldo sono arrivati alcuni versi di Lucia Dughetti.

FEMMINICIDI
Donne annientate,
distrutte dalla prepotenza
ed uccise,
fiori che si spezzano,
personalità recise nell’intimo
e defraudate dell’identità.
Un agghiacciante sospiro
rimbomba nelle tenebre
ed avvilisce
l’essenza più pura
della gioia di vivere
nell’universo della femminilità.

I versi di Lucia Dughetti alla Posta del Mulo - Foto di Volkan-Olme via unsplash Posta del Mulo I versi di Lucia Dughetti alla Posta del Mulo I versi di Lucia Dughetti alla Posta del Mulo Foto di Volkan Olme via unsplash

I MIGRANTI
Poveri migranti
soli e senza scampo,
abbandonano le loro terre,
si ammucchiano nelle navi
e cantano le speranze
nelle prospettive del viaggio,
abbracciano i loro cari
e sorridono al Cielo.
Confidano in un’ancora di salvezza
ormai remota,
piangono la loro desolazione
e sussurrano malinconie.
Attendono un giorno nuovo
nel trascorrere del tempo,
ascoltano il silenzio dell’anima
con il mormorio del vento
in un cantico senza fine.

Share.

Leave A Reply