Plantago. Un angolo di paradiso nei boschi empolesi

0

Ho conosciuto Gilberto e Barbara qualche anno fa, la notte prima di un esame: “Basta ripassare Semiotica” dissi fra me e me, “stasera esco, devo fare qualcosa per distrarmi”.

Fu così che dopo una breve ricerca sul web, trovai: “Cinema sotto le stelle alla Torre dei Sogni”. Potevo mancare? Eh no! Partiamo dalla strada per raggiungere il posto: un piccolo viaggio mistico. Lasciarsi alle spalle la città per dirigersi fra le colline che non ti aspetti. Dopo qualche chilometro di strada asfaltata, lo sterrato, poi le prime macchine posteggiate fra gli ulivi. Una vista mozzafiato. Ancora un pezzo di bosco per aumentare la suspense; poi finalmente il paradiso, a soli 15 minuti da casa.

esame Plantago. Un angolo di paradiso nei boschi empolesi teatro torre1

Mai serata fu più azzeccata! Per cominciare, la formula aperitivo-cena sistemò subito “le viscere” poi, un classico del cinema in bianco nero in lingua originale sottotitolato, fu il proseguimento ideale atto a depistare i pensieri minatori dell’esame imminente. In mezzo tante chiacchiere con gente che non avevo mai visto né conosciuto prima.

esame Plantago. Un angolo di paradiso nei boschi empolesi torre dei sogni 1 1

La Torre dei Sogni, questo piccolo avamposto di bellezza, come mi piace definirlo, resiste ancora oggi, grazie all’attività dei soci fondatori e di tutti quei valorosi volontari che si sono uniti per mantenerlo e migliorarlo anno dopo anno. Incontri, eventi teatrali, cinema, dibattiti, presentazioni di libri e perfino lo yoga, sono alcune delle innumerevoli attività che potrete fare fra queste meravigliose colline nelle quali passare sereni delle serate in godibilissima compagnia, sorseggiando un buon Tinto de Verano (o quel che più vi va) e godendo di tramonti a dir poco indimenticabili. Come se non bastasse, inutile dirvelo, ci trovate pure l’Empovaldo ;-).

Che aspettate ad andarci? Mica un esame, vero?

www.plantago.it

Dario Barbaria

Dario Barbaria

Con Palermo nella pancia, dal mare sbarco in Toscana e in un abbraccio trovo l'Amore. Poi una bottega. Entro in cerca di un Mestiere. Qui imparo che Rigore è Bellezza, Umiltà è Ricchezza, e che Dovere coincide con Piacere! A lavoro creo, sbaglio, mi stupisco ogni santo giorno, testa fra le nuvole e piedi per terra. Ma soli si sa, siam ben poca cosa, solo dall'incontro con altre menti e cuori fumanti prendono vita le Idee migliori e rivoluzionario diventa il quotidiano.
Share.

Leave A Reply