C’è intelligenza e intelligenza

0

brain-951847_640 intelligenza C'è intelligenza e intelligenza brain 951847 640

Le vere differenze nella vita le scopri quando impari a volerti bene, quando non riescono a impedirti di pensare con la tua testa, quando valuti che puoi dire di no e lasciar andare qualcosa senza farti mangiare dai sensi di colpa. Ognuno di noi ha un modo diverso di affrontare e risolvere con successo situazioni e problematiche che via via si verificano nel corso della sua esistenza.

Secondo Howard Gardner, ad esempio, l’intelligenza si presenta in forme diverse e non consiste in un’unica capacità logica e razionale: questo pensiero è definito scientificamente come “La teorie delle intelligenze multiple” e sostiene l’esistenza di diverse forme di intelligenza che convivono all’interno di ogni persona.

Se L’Intelligenza linguistica (cioè la capacità di apprendere e riprodurre il linguaggio) e l’Intelligenza logico-matematica (che corrisponde alla capacità di analizzare i problemi e le operazioni grazie al pensiero logico e deduttivo) sono sicuramente le più conosciute e le più studiate, esistono anche forme di intelligenza meno note, ma ugualmente efficaci, che spesso sono utilizzate contemporaneamente da ognuno di noi e si completano a vicenda per aiutarci a raggiungere quegli obbiettivi o a risolvere efficacemente quei problemi che incontriamo.

Lo sapevi? Scopriamole insieme:

Intelligenza musicale ovvero l’abilità di comporre, riconoscere e riprodurre modelli musicali, toni e ritmi (credo che una come la Callas, ad esempio, ne possedesse un mucchio!)

Intelligenza corporeo-cinestetica: quella degli sportivi e dei danzatori, è l’abilità di utilizzare il proprio corpo per risolvere i problemi attraverso il coordinamento dei suoi movimenti e … mentre scrivo mi viene in mente quanto affascinante sia guardare la leggerezza dei movimenti di una ballerina che volteggia e incanta…

L’Intelligenza spaziale che consta nel riconoscere e utilizzare lo spazio e le aree a esso correlate, ma finché non ha preso piede Internet e il mondo virtuale, davvero in pochi capivano a cosa si riferisse.

Poi c’è l’Intelligenza interpersonale che è la capacità di comprendere le intenzioni, le motivazioni e i desideri delle altre persone, è il saper provare empatia e l’utilizzare un pensiero divergente che permetta di guardare con prospettive nuove problemi vecchi.

Infine abbiamo l’Intelligenza intrapersonale, l’essere consci dei propri sentimenti e di saperli esprimere senza farsi sopraffare, l’abilità di capire se stessi, individuando le proprie paure e motivazioni. Lo scopo è utilizzare queste informazioni per raggiungere obbiettivi specifici… e per molti di noi qui c’è ancora tanto lavoro da fare! In sostanza, secondo Gardner lo scopo dell’essere umano è capire come utilizzare al meglio queste intelligenze per raggiungere un maggiore benessere individuale e in situazioni di gruppo, perché tutte le intelligenze sono necessarie per vivere bene la vita e possono essere aumentate attraverso risorse, spunti e suggerimenti che stimolino la creatività e la plasticità cerebrale.

Quale tipo di intelligenza credi che ti rappresenti di più?

Se il dubbio ti assale e non sai come districarti, ti propongo degli spunti diversi da utilizzare nel tuo viaggio, un vero e proprio equipaggiamento a “dorso di mulo” a cui attingere, qualche spunto di riflessione da cui farsi ispirare, e da utilizzare all’occorrenza, certamente uno di questi colpirà la tua essenza…

Ecco come funziona la nostra bisaccia: “Differenze” è il tema di questo mese e tu sei più sensibile all’intelligenza musicale? Ti propongo una canzone o un brano con le sette note che toccherà le tue corde! Sei più da intelligenza linguistica? Ecco il suggerimento di una lettura per te… Ora devi solo scegliere da cosa farti accompagnare. Buen camino!

a-dorso-di-mulo-differenze-empovaldo-novembre intelligenza C'è intelligenza e intelligenza A dorso di mulo Differenze Empovaldo novembre

Dentro la bisaccia di NOVEMBRE trovate:

MUSICA:  Jarabe de Palo “Depende”. Dal punto di vista cognitivo, la musica aiuta a sviluppare proprie capacità di ascolto e osservazione, ad accrescere la propria immaginazione e creatività, ad aumentare le capacità di concentrazione e attenzione e ad esercitare la memoria. A livello relazionale ascoltare e fare musica rafforza il legame affettivo ed è fonte di benessere.

PIETRA DA PORTARE CON SÈ: CRISTALLO DI ROCCA (quarzo ialino) è la varietà di quarzo più abbondante e diffusa, calma il sistema nervoso, dona chiarezza, solidità, favorisce concentrazione e meditazione, aiuta nelle decisioni, simboleggia lo spirito e l’intelletto dell’uomo. Non è un caso che un cristallo, una gemma o un altro minerale ti attragga in modo del tutto particolare. E’ la pietra “giusta al momento giusto” vale a dire quella che, grazie alla sua azione energetica può darti una mano.

COLORE: indossar abiti o accessori di colore GIALLO aumenta la propria autostima; è infatti il colore associato al senso di identità, all’estroversione, utilizzarlo stimola la razionalità e il cervello sinistro, dà luce, risalto e vivacità, fa ritrovare la carica quando si è stanchi o scarichi, aumenta a mantenere le scelte intraprese, può esprimere anche il desiderio di lasciare alle spalle delusioni, difficoltà e periodi tristi.

LETTURA: “Formae mentis. Saggio sulla pluralità dell’intelligenza”, 2013, H. Gardner, ed. Feltrinelli. Negando il concetto unitario di intelligenza, Gardner ha segnato una svolta negli studi sull’intelligenza, ed è oggi considerato una pietra miliare negli studi sull’apprendimento. Assolutamente da non perdere.

IMMAGINE: L’arte secondo Magritte deve indurre a pensare, deve far nascere delle domande in chi la sta osservando. Il titolo del dipinto “L’abito da sera”, come tutti i titoli dell’autore, è contraddittorio, la donna è nuda, non vestita da gala, perché l’abito da sera è quel cielo e quel mare, la luna stessa con la quale la giovane donna ha presumibilmente un appuntamento. È un abito meravigliosamente metaforico il suo, che la rende partecipe della comunione con la natura, l’universo; e, in ultima istanza, con la vita, tutto quello di cui ha davvero bisogno è semplicemente se stessa… pensaci, vale anche per te! Tutto quello che ti serve è già in te.

POESIA: Lentamente muore di Martha Medeirosun’ode alla vita, che racconta nel dettaglio come una vita non vissuta, omologata, senza rischi e differenze, non fa altro che avvicinare l’uomo alla sua sconfitta, alla morte.

Samantha Peroni

Samantha Peroni

"La vita è come un'eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii". James Joyce
Share.

Leave A Reply