Oroscopi: magia, scienza o bufale?

0

Di Sesto Caio Asinelli,
nipote del celebre Raglino Muletti,
soprannominato: lo Strolago di Vaglia.

Con l’avvicinarsi del nuovo anno spuntano come funghi mirabolanti oroscopi, zeppi di previsioni per i mesi a venire. Ma orientarsi in questa giungla non è mai facile, anche perché le previsioni sono diverse a seconda dell’oroscopo che si legge, e l’attendibilità è una chimera. Per fortuna l’Empovaldo corre in vostro aiuto, con questa guida definitiva all’astrologia e l’unico oroscopo davvero attendibile per il 2019!

Partiamo quindi dalla definizione, complicata dal fatto che esistono moltissimi rami e scuole astrologiche, non sempre compatibili tra loro. Possiamo dire però che in generale l’astrologia studia la presunta influenza dei corpi celesti, principalmente Sole, Luna e pianeti del Sistema Solare, sulle vicende umane e sul carattere delle persone. In particolare, la posizione di questi corpi celesti al momento della nascita può essere usata per fare predizioni sulla personalità e sugli accadimenti futuri di ognuno. Secondo la maggior parte degli astrologi, ad ogni persona viene assegnato un segno zodiacale, che corrisponde alla costellazione in cui si trovava il Sole nel cielo in quello stesso giorno dell’anno ma all’epoca dell’astronomo Tolomeo (II secolo d.C.), quando vennero definite le date convenzionali di inizio e fine del periodo corrispondente ad ogni segno zodiacale. Infatti, a causa della precessioni degli equinozi (ovvero una sorta di effetto trottola dell’asse di rotazione terrestre che si sposta lentamente nel tempo), la differenza tra la posizione del Sole attuale e quella dei tempi di Tolomeo è quasi di un segno intero, per cui ad esempio alcuni di coloro che sono del segno dei Gemelli avevano in realtà il Sole nel Toro al momento della nascita. Evidentemente per qualche motivo i periodi assegnati dagli astrologi ai vari segni restano ancorati a quelli vigenti quasi 2000 anni fa, e poco importa che il Sole nel suo viaggio (apparente) tra gli astri attraversi non 12, ma 13 costellazioni, passando anche per Ofiuco tra il 30 Novembre e il 18 Dicembre, confermando che la suddivisione del cielo usata dagli astrologi sia in effetti immaginaria, senza corrispondenza con i reali fenomeni astronomici.

Strolago Oroscopi: magia, scienza o bufale? Strolago di Vaglia josh rangel unsplash

Inoltre l’Universo è popolato da un numero straordinariamente grande di stelle, pianeti, galassie e buchi neri, ma solo quelli del nostro Sistema Solare sembrano, secondo gli astrologi, regolare le nostre vite. Evidentemente, questo accade attraverso un meccanismo a distanza finora sconosciuto, oppure tramite una qualche “sincronicità”, basata su una corrispondenza tra ciò che accade in cielo con quello che accade sulla Terra. Di conseguenza, la conferma del funzionamento dell’astrologia aprirebbe una branca completamente nuova della scienza, dalla portata enorme.

Peccato però che le verifiche sperimentali che hanno cercato di convalidare le predizioni degli astrologi, oppure la loro capacità di valutare le caratteristiche della personalità di alcuni soggetti volontari, hanno mostrato che non c’è differenza tra l’astrologo famoso e lo Strolago di Vaglia, che semplicemente la spara a caso. Dato che gli astrologi stessi dicono che le caratteristiche determinate dallo zodiaco hanno solo una probabilità di essere verificate in tutte le persone nate in quel periodo dell’anno, occorrono esperimenti che prendano in esame numerose persone, e progettare l’esperimento in maniera da rimuovere possibili effetti che possano influenzarne l’esito. Il primo di questi studi fu pubblicato nel 1985 sulla prestigiosa rivista Nature da Shawn Carlson (“A double blind test for astrology”). Questi utilizzò profili di personalità compilati da 116 soggetti, insieme ai corrispondenti “temi natale” astrologici. Distribuì poi a ognuno di 28 astrologi uno dei temi natale, insieme a tre dei profili, tra cui quello corrispondente. Il tutto in doppio cieco, ovvero nè gli sperimentatori nè gli astrologi sapevano quale fosse la corrispondenza giusta, per evitare influenze anche inconsce. Il risultato fu che l’accoppiata giusta veniva trovata dagli astrologi solo in un terzo dei casi, ovvero quello che ci si aspetterebbe dando sempre una risposta completamente casuale. Gli stessi risultati sono stati ottenuti in tutti gli esperimenti simili tentati successivamente, con rari casi in cui un possibile risultato leggermente positivo è stato poi scartato per problemi nella strutturazione dell’esperimento. Lo stesso vale per la ricerca di eventuali correlazioni fra segni zodiacali e tratti caratteristici delle persone, dal temperamento fino ai gusti, per la quale non sono ancora mai stati trovati risultati convincenti. Per approfondire questi studi si rimanda all’interessante analisi preparata dal CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze), che alla fine di ogni anno verifica anche le predizioni fatte dagli astrologi 12 mesi prima, quasi sempre sballate. Ad oggi infatti l’unico oroscopo veramente attendibile per il 2019 è quello dell’Empovaldo, che trovate con questo articolo!

Strolago Oroscopi: magia, scienza o bufale? Strolago di Vaglia Oroscopo 2019

 

Il motivo per cui spesso i profili degli (altri) astrologi sembrano inquadrare le nostre personalità è probabilmente dovuto al fatto che utilizzano il cosiddetto “metodo Barnum”, creando frasi generiche che dicano allo stesso tempo una cosa e il suo contrario (per esempio, “ha grandi capacità, che però non ha sempre utilizzato a suo vantaggio”). Eppure sono in molti coloro che si affidano a oroscopi, maghi e astrologi per prendere decisioni importanti: basti pensare che la fine della guerra fredda tra URSS e USA fu nelle mani di Joan Quigley, l’astrologa di fiducia del Presidente Reagan, che decideva ogni dettaglio di tutti i summit con il Presidente russo Gorbaciov. È probabilmente rassicurante pensare che i Pianeti e gli astri indirizzino il nostro destino e definiscano la nostra personalità, sollevandoci almeno un po’ dalla responsabilità del nostro futuro e di quello che siamo. Purtroppo, o per fortuna, il nostro destino è invece saldamente nelle nostre mani…

Giovanni Cresci

Giovanni Cresci

Giovanni Cresci è un astrofisico fiorentino dell’Osservatorio di Arcetri. Con un passato da cervello in fuga in Cile e Germania, è poi rientrato in patria lasciando il cervello chissà dove. Dice di studiare l’evoluzione delle galassie, ma più che altro cerca di sopravvivere ai suoi figli.
Giovanni Cresci
Articoli di Giovanni Cresci (mostra tutti)
Share.

Leave A Reply