Isteria n.30: LO “SCHERZO” È BELLO QUANDO DURA POCO

0

Osteria numero 30 Scherzo scherzo Isteria n.30: LO "SCHERZO" È BELLO QUANDO DURA POCO IMG 0294

Sarà, ma a nostro modesto parere è già un po’ che va avanti.

L’inizio di questo scherzo, o questa serie di scherzi risale almeno a 30, 40 anni fa, quando in maniera silenziosa, artificiosa, quasi obbligato da fittizie esigenze, o bisogni effimeri, l’essere umano si è messo in testa che in ambito alimentare e non solo, ci poteva essere sempre tutto, senza tener minimamente conto dei cicli colturali degli ortaggi, quindi delle stagioni che il pianeta educatamente ci aveva regalato nel corso della storia dell’esistenza dello stesso.

Tanto protratto nel tempo fu lo “scherzo” che nell’essere umano, e solo in questo essere vivente della terra, la o le menzogne divennero verità.

Invece no, cari miei (me compreso ovviamente), quelle menzogne, travestite da verità, ad arte inculcate nelle nostre teste, non servono, non producono benefici, ma alterano l’armonia con cui la terra produce ciò che noi, “animale eletto” del pianeta, utilizziamo per alimentarci, quindi per sopravvivere.

Insomma… il pomodoro c’è a giugno/luglio, il cavolfiore c’è a novembre/dicembre, un pollo e un coniglio non possono esser pronti per esser mangiati dopo 15 giorni dalla nascita, necessitano di almeno 4/5/6 mesi di vita, così è, volenti o nolenti. Così è, punto.

La cosa giusta è accettare, normalmente accettare, nulla di più, nulla di meno, e di sicuro non “SCHERZARE” sulle verità della natura.

Per iniziare a rieducarci su tutto ciò che scherzando abbiamo smarrito, senza la volontà di voler cambiare il mondo, all’Osteria N.30, attraverso il progetto “Sapori e Valori“, un po’ in tutte le stagioni inviteremo aziende agricole del territorio e utilizzando i frutti delle loro produzioni del periodo dell’evento, attraverso l’assaggio, il gusto di piatti preparati sul momento cercheremo di capire il perché la zucchina va mangiata a giugno e non a dicembre.

E per favore, non scherziamo!

Michele, Marco e Tommaso

Share.

Leave A Reply