Basta co’ gli esami, è il momento di vivere

0

Ancora un ci s’è capito nulla e già s’inizia con i primi esametti di rito.

E lo dice il dottore, bisogna vedere se va tutto bene. Via giù, questi facciamoli via, poi, dopo qualche anno, s’inizia co’ i saggi dell’asilo, che certo esami non sono, ma l’agitazione che sia crea in questi appuntamenti, magicamente ci dà un assaggio di ciò che ci aspetterà di lì a poco.
Giusto qualche annetto dopo, grembiule a quadretti celeste e bianco, stile tovaglia da pic-nic, o rosa e bianco, che in questo momento mi ricorda il dolorosissimo Palermo calcio, che neanche il tempo di riattribuire il rosa alle femminucce della classe, che già s’è fatta l’ora degli esami delle elementari.
Ahimé, e ahinoi, la storia si ripete, qualche annetto dopo usando come tranello il fatto che ci si potesse vestir come ci pareva per andar a scuola ci trovammo alle medie, eee… che un lo fai l’esame? Certo che sì!
Ma dopo tutti questi esami superati, più sicuri di noi stessi, penzolanti e sconsolati, ci accingiamo alle superiori, e borda esami. Poi tanti, come se un gli fossero bastati, vanno all’università e lì si che d’esami si tratta. Infine giunti alla soglia media dei trent’anni, ci troviamo catapultati nel mondo, ognuno nella sua vita, con tanti altri esami da superare, quelli veri. Così dicono.
Eh no, cari miei, ora basta. E sarà arrivato anche i’ momento di smetterla con gli esami e finalmente iniziare a vivere!

Michele, Marco e Tommaso – Osteria n. 30

Share.

Leave A Reply