Violenza domestica e coronavirus, casi in forte aumento

0

 

“E’ un periodo difficile. Denunciare in questo particolare momento è complicato perché è costante la presenza del compagno, chi riesce a farlo si è inventata degli escamotage oppure, chi può, approfitta delle ore a lavoro sue o del partner”, spiega Maya Albano, psicologa e coordinatrice del Centro Aiuto Donna Lilith, punto di riferimento nel territorio dell’Empolesa Valdelsa e del Valdarno per le donne che subiscono maltrattamenti in famiglia.

Le telefonate in arrivo al centro nelle ultime settimane, dopo i decreti ministeriali che prescrivono di restare a casa salvo situazioni eccezionali, sono in aumento. La convivenza forzata con il partner maltrattante diventa fonte di grande preoccupazione. Spiega Albano: “Sappiamo che la situazione è più critica, qualcuna ci dice che il controllo esercitato dal partner è aumentato, si sentono molto meno libere di uscire anche per le cose più banali. In queste ultime settimane sono diminuiti gli accessi diretti al centro ma sono cresciute le telefonate. Le persone che già seguiamo, là dove possibile, continuiamo a seguirle in video chiamata. Sono aumentate anche le situazioni di emergenza, situazioni di donne dove c’è un rischio per l’incolumità e che decidono di venire via da casa”.

Il centro resta aperto e raggiungibile via telefono, mail, whatsapp, account facebook. Con l’avvertenza che si consiglia in prima battuta di avere un contatto telefonico e prendere un appuntamento, in modo da non fare sosta nella sala d’attesa. Va bene anche un messaggio whatsapp per chi ha difficoltà a telefonare.

La nostra paura è che le donne si sentano ancora più sole, per questo voglio ricordare che possono denunciare scrivendoci o chiamandoci 24 ore su 24“, dice Maya Albano, “abbiamo una collaborazione molto stretta e che funziona bene con i servizi sociali, le forze dell’ordine e il Pronto Soccorso, per cui il messaggio importante da mandare alle donne è che a qualsiasi nodo della rete si rivolgano troveranno ascolto e aiuto”.

I contatti del Centro Lilith

Tel: 0571 725156 (attivo 24 ore su 24)

Whatsapp: 335 1019810

Email: centrolilith@anpas.empoli.fi.it

Sito: www.lilithcentroaiutodonna.it

Facebook: https://www.facebook.com/centroaiutodonna.lilith/

@SusannaBagnoli

Susanna Bagnoli

Susanna Bagnoli

Sono una giornalista e addetta stampa. Mi sono occupata di comunicazione politica e istituzionale, oggi scrivo e collaboro con settimanali nazionali e testate regionali tra cui l’Empovaldo. Ho il pallino delle storie al femminile!
Share.

Leave A Reply