Cos’è il Mudev, Museo Diffuso dell’Empolese Valdelsa

0

 

Ventuno musei, uniti in una rete, per un territorio di undici Comuni. È il Museo Diffuso dell’Empolese Valdelsa (Mudev) e comprende la Casa Boccaccio di Certaldo, il Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino, la Casa Natale di Leonardo a Vinci, solo per citare tre dei musei.

“La rete è nata a gennaio 2017 – spiega Cinzia Compalati, direttore scientifico del Mudev – e alla base c’è un’idea di museo che si fonda sul territorio, il patrimonio e la comunità. La messa a sistema dei 21 musei parte da una esigenza di valorizzazione turistica, considerando che ogni anno nell’empolese valdelsa si registrano un milione di pernottamenti”. L’obiettivo è creare un canale di comunicazione che raggiunga i visitatori dei musei che non restano a dormire sul territorio, per incoraggiarli a restare e scoprire altri gioielli della rete ma anche attrarre le persone che scelgono di passare più giorni sul territorio ma non visitano i musei. La rete si è messa in moto e già abbiamo dei risultati, spiega Compalati: “nel 2017 abbiamo avuto un 10% in più di visitatori, rispetto al 2016. Circa 300mila in totale, di cui 200mila al Museo Leonardiano e 100mila distribuiti negli altri musei. È un buon inizio”.

Museo Cos'è il Mudev, Museo Diffuso dell'Empolese Valdelsa Amore Cinzia Compalati

Ci sono anche iniziative per i residenti, come il biglietto unico del pellegrino, che vale un anno e consente un ingresso in ciascuno dei musei della rete, con 15 euro, c’è anche quello per famiglie, a 35 euro. “Entrambi stanno incontrando un buon successo e incentivano anche la vendita dei biglietti singoli. Un modello che sta facendo scuola e che l’Associazione Nazionale Piccoli Musei ci ha chiesto di raccontare al prossimo convegno nazionale al Mart di Rovereto”, racconta la direttrice del Mudev, che ha lanciato anche l’anagrafe degli artisti del territorio, “invitiamo tutti coloro che fanno arte a iscriversi, il 16 e 17 giugno faremo due giornate di apertura di tutti gli studi d’artista per una grande mostra diffusa sul territorio”.

Museo Cos'è il Mudev, Museo Diffuso dell'Empolese Valdelsa Amore biglietto unico promo Mudev

E poi ci si prepara a festeggiare il 2019, sì con mesi di anticipo. Sarà l’anno in cui ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e anche l’anno del turismo lento. Due temi che hanno molto a che vedere con questo territorio. “Abbiamo pensato a una app, già scaricabile dal portale izi.Travel (https://izi.travel/it) che è una audio guida ai ventuno musei – spiega Compalati – può essere utilizzata per programmare il proprio tour in modo semplice e segnala in automatico il museo più vicino. Proprio come un cammino lento tra le bellezze del nostro territorio. Inoltre ci permette di entrare già da ora nel 2019 perché abbiamo scelto Leonardo da Vinci come guida illustre al sistema museale attraverso la app. Una sorta di ‘Virgilio’ che ci conduce alla scoperta dell’empolese – valdelsa e dei suoi personaggi celebri, da Boccaccio, a Pontormo, Benozzo Gozzoli, fino a Indro Montanelli”.

Per info e aggiornamenti sugli eventi del Mudev basta andare su  www.museiempolesevaldelsa.it

Susanna Bagnoli

Susanna Bagnoli

Sono una giornalista e addetta stampa. Mi sono occupata di comunicazione politica e istituzionale, oggi scrivo e collaboro con settimanali nazionali e testate regionali tra cui l’Empovaldo. Ho il pallino delle storie al femminile!
Share.

Leave A Reply