Finalmente anche le auto sono Green

0

Green, in ambito automobilistico si può tradurre come attenzione all’ambiente.
Ne parliamo con Enrico Ammirati, District Manager di Tinghi Motors.

Mobilità Green. Renault/Dacia come si muovono in questo senso?
“La casa automobilistica Renault che con onore mi permetto di rappresentare nel nostro comprensorio è stata pioniera nello sviluppo di auto totalmente elettriche e il brand Dacia trasversalmente offre tutta la gamma GPL, quindi emissioni più basse e più rispettose dell’ambiente. Inoltre Renault continua nello sviluppo di questa tecnologia, infatti Zoe con l’ultima versione riesce a raggiungere i 400 km di autonomia di guida”.

Ci sono modelli a emissioni zero fra l’attuale parco vetture?
“La gamma elettrica Renault si compone di 3 modelli: la Twizy, un quadriciclo a metà tra un’auto e una moto, la berlina Zoe e il mezzo commerciale Kangoo ZE che è disponibile anche nella configurazione 5 posti”.

Green - gamma ze renault Green Finalmente anche le auto sono Green gamma ze renault

A quando un progetto di mobilità sostenibile nella nostra cittadina? O dobbiamo tornare al ciuco?
“Abbiamo proposto all’Amministrazione comunale alcune idee infrastrutturali a costo zero che permetterebbero una capillare distribuzione territoriale delle colonnine di ricarica elettriche per sviluppare il piano di mobilità elettrica grazie a progetti in collaborazione con grandi aziende che distribuiscono energia. Abbiamo già pronto un piano che andrebbe a sviluppare una vera e propria rete distributiva di colonnine per tutto il comprensorio rendendo possibile ad ampio raggio la mobilità elettrica anche dei cittadini della nostra zona, perché l’infrastruttura adeguata è il primo passo per sviluppare un mercato. Siamo ancora in attesa di una risposta da parte delle amministrazioni locali per attuare questi progetti di cambiamento reale del territorio e far evolvere il ciuco”.

Green - ricarica auto elettrica  Green Finalmente anche le auto sono Green energy 1023035 1920

Fatti una domanda e datti una risposta.
”Green è un’idea che per diventare realtà ha bisogno di una forte spinta da parte di chi ci governa, partendo dallo Stato fino ad arrivare alle amministrazioni locali. Se gli 11 comuni del comprensorio si attivassero con una distribuzione di colonnine di ricarica sul territorio, sarebbe molto più semplice muoversi con l’elettrico, nel rispetto dell’ambiente e dei consumi, trasformando poco a poco la mobilità.
In Francia acquistando un’auto elettrica lo Stato contribuisce con 5000€ nella sola fase di acquisto, senza pensare ad altri incentivi legati ai costi di gestione e all’utilizzo grazie ad una rete di colonnine di ricarica ben distribuite sul territorio. Lo Stato italiano oggi non offre nessun contributo (tranne l’esenzione del bollo, tassa che però in Europa non esiste) e con la mancanza di una rete infrastrutturale per la ricarica elettrica, risulta molto oneroso e complicato per il cittadino avvicinarsi a questo nuovo tipo di mobilità, di conseguenza la trasformazione che oggettivamente sarebbe possibile con uno sforzo da parte delle istituzioni sembra ancora lontana perché allo stato dei fatti manca un incentivo al cambiamento, sia sul piano logistico con le colonnine, che economico con dei contributi ai cittadini e in mancanza di questi due pilastri è difficile la diffusione di questi nuovi mezzi”.

Share.

Leave A Reply