La Luna è Azzurra: 6 e 7 luglio vai alla XXXVI edizione del Festival del Teatro di Figura

0

Per due giorni San Miniato torna ad essere la capitale italiana del teatro di figura, un teatro di “esseri” liberi.

Al via il 6 e 7 luglio il festival del teatro di figura “La Luna è Azzurra”. Maschere, pupazzi e marionette occuperanno i luoghi più scenografici di San Miniato con spettacoli rivolti a tutti, i bambini e le loro famiglie, i giovani ed anche una particolare sezione riservata agli adulti. Dal 1983 ad oggi, sui tanti palcoscenici della città del teatro di San Miniato sono passati i migliori artisti italiani e internazionali del teatro di figura e in questi anni oltre 500mila persone hanno assistito a spettacoli straordinari, esempi di originalità e di innovazione.
A presentare la 36esima edizione sono stati il sindaco di San Miniato Simone Giglioli il direttore artistico del festival e presidente di Terzo Studio Alberto Masoni insieme alla figlia Alice Masoni. È un appuntamento consolidato dell’estate sanminiatese, in grado di regalare serate di emozioni a tutti: bambini e genitori, giovani e nonni, uomini e donne. A realizzare il manifesto è stata l’illustratrice fiorentina Giulia Del Mastio.

La Luna è Azzurra La Luna è Azzurra: 6 e 7 luglio vai alla XXXVI edizione del Festival del Teatro di Figura La Luna    Azzurra San Miniato manifesto
Undici saranno le compagnie presenti in questa edizione, venti spettacoli, dieci per ogni sera. Si comincia sabato 6 luglio con il Mercato dell’artigianato (ore 21) al primo piano dei Loggiati di San Domenico, mentre nel piano seminterrato alle 21 ci sarà l’iniziativa “Mostra i libri appesi” con Kaddish di Tomas Jelinek, in via IV novembre (ore 21) Gioca la Piazza, un’animazione con trenta giochi di legno che riprende le antiche tradizioni popolari del gioco. In Piazza del Popolo (ore 21) va in scena la compagnia Fantulin con Dame, spade e cavalieri, un laboratorio di piazza pensato per trasformare i giovani partecipanti in splendidi cavalieri e alle 21.20 la compagnia dell’Atto comico presenta Freaks in Piazza del Seminario (replica ore 22.20), storie di uomini, donne, creature strane, ma che nulla hanno di strano, perché sono le storie del genere umano. Ai Loggiati di San Domenico (piano seminterrato) va in scena alle 21.20 Leo’s Marionette Show, uno spettacolo di Leo Kondakov, un artista russo che presenta un teatro di marionette portatile, il cui creatore, produttore e interprete è una sola persona (replica ore 23). Alle 21.30, ancora alla Loggetta del Fondo, i Naturalmente crescendo in Alice, uno spettacolo nato da un progetto con la scuola circo “SmartiCircus”. Alle 22 in Piazza del Duomo ci sarà la consegna del premio alla carriera “La luna d’argento” a Mauro Medeot dei Fantulin, la compagnia Fantasy Illusion presenta The Lord of Magic, uno spettacolo dedicato al mondo fantasy con incanti, meraviglie e illusioni. Alle 22.20 in Piazza del Popolo è la volta di Gate 19 della compagnia Circo Passe Passe, uno spettacolo in famiglia, poetico, divertente e drammatico e alle 23 il programma della prima serata si conclude con 7in1 colpo del Laborincolo, uno spettacolo che si svolgerà sulla scalinata che affaccia sulla Piazza.
Domenica 7 Luglio viene riproposto il Mercato dell’antiquariato sotto i Loggiati di San Domenico (piano primo), a partire dalle 10, mentre nel piano seminterrato alle 21 ci sarà l’iniziativa “Mostra i libri appesi” con Kaddish di Tomas Jelinek. In via IV novembre dalle 20 (in replica alle 20.40 e alle 21.40) va di nuovo in scena Leo’s Marionette Show di Leo Kondakov e, alla stessa ora, in Piazza del Popolo torna Gioca la Piazza. Sempre ai Loggiati di San Domenico (piano seminterrato), alle 20.30 (replica ore 21.45), va in scena la compagnia Il Laborincolo con Torsolo, un’avvincente storia ambientata nel parco del paese dei burattini. Alle 21 in Piazza del Seminario la compagnia dell’Atto comico ripresenta Freaks (in replica alle 22.15), in via IV novembre Scacchi sotto la Rocca presentano La grande scacchiera, con l’allestimento di una grande scacchiera con pezzi di legno, per far divertire grandi e piccoli; alle 21.30, ancora in via IV novembre, Andrea Mancusi presenta Incontri ravvicinati con il mago in via IV novembre. In Piazza del Seminario Gigi Speciale (il mago dei pappagalli) porta in scena lo spettacolo Il mago dei pappagalli (in replica alle 23), uno spettacolo dedicato alle avventure di Capitan Gigi Speciale e i suoi inseparabili pappagalli. Ultimi due spettacoli del festival alle 22 in Piazza del Duomo la Compagnia Trioche presenta Meglio Tarde, un gioco clownesco con poche parole, sonorità e trucchi di magia, e alle 22.30 in Piazza del Popolo la Compagnia Il Melarancio chiude con La nuova battaglia dei cuscini, dove centinaia di leggerissimi cuscini multicolori compaiono in scena e, in una reazione a catena, esplode la battaglia.

“A San Miniato torna la magia del teatro di figura con un festival conosciuto ed apprezzato in tutta Italia per la sua purezza, per non concedersi alle mode passeggere, per rimanere fedele ad un linguaggio (quello dei burattini, delle marionette, delle ombre), passato indenne da cambiamenti epocali della comunicazione e dei linguaggi – dichiara Alberto Masoni di Terzo Studio -. Il teatro di figura capace di innovarsi, di fare il pieno di fantasia, di trasmettere gioia e divertimento a chi lo guarda, capace di stupire, di comunicare e di abbattere le barriere della lingua con il suo codice trasversale, diretto, immediato. D’altronde nomi illustrissimi del teatro sono rimasti folgorati dal teatro di figura, a cominciare da quel Gordon Craig che ci ha dato modo di rubare da una sua pièce il titolo di questo festival – e conclude -. A San Miniato il teatro di figura ha trovato il suo habitat ideale: le sue baracche, i suoi teli, i suoi fili entrano in relazione con la città e suggeriscono un altro modo di vederla, ci fanno nutrire della bellezza dei suoi monumenti e dei suoi spazi urbani”.

“Un appuntamento irrinunciabile che sancisce l’avvio dell’estate sanminiatese dove il teatro, declinato in forme diverse, ne è sicuramente il vero protagonista – dichiara il sindaco Simone Giglioli -. Ogni anno questa manifestazione, curata da Terzo Studio, propone spettacoli di livello elevato, provenienti da varie compagnie italiane ma anche straniere, in grado di attrarre i più piccoli e coinvolgere anche i grandi. L’amministrazione si impegna con costanza perché eventi come questo siano garantiti e continuino ad esistere, perché sono fonte di grande ricchezza per l’intero tessuto culturale della nostra Città”.
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito. In occasione del Festival viene istituito il divieto di sosta in via Conti, Piazza della Repubblica, Piazza del Popolo, Corso Garibaldi, Piazza Alighieri, viale XXIV maggio e Piazza Duomo, inoltre viene istituita una zona pedonale, dalle 18 alle 1.30, in Corso Garibaldi, via Conti, Piazza del Popolo, via Ser Ridolfo, via Iv novembre, Piazza della Repubblica e Piazza del Duomo. Verranno istituiti anche i sensi unici di marcia da San Miniato in direzione colline, in via Sanminiatese e via Poggio (nel senso opposto rispetto a quello in vigore) e in via Fontevivo rispetto alla direzione San Miniato-San Miniato Basso. Sarà attivo, per le due serate, un servizio navetta gratuito a partire dalle 20, con partenza dal parcheggio Fontevivo e da San Lorenzo.

Per info: www.terzostudio.it oppure Ufficio Cultura 0571/406700 – cultura@comune.san-miniato.pi.it

Fonte: Comune di San Miniato

Share.

Leave A Reply