Empoli ha 900 anni, ‘Volo del ciuco’ in edizione straordinaria

0

Per ricordare i novecento anni dalla nascita della città di Empoli, anche il Volo del ciuco’ si svolgerà in notturna sabato 22 giugno prossimo.

“Nel 1119, per la prima volta, la città di Empoli appare come una fortificazione costruita intorno alla chiesa di Sant’Andrea. All’interno di questa rievocazione storica non poteva mancare il ‘Volo del ciuco’, che ci richiama all’arguzia e alla furbizia con le quali gli empolesi vinsero i rivali di sempre della città di San Miniato”, ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma dell’evento questa mattina nel palazzo del Pegaso. “Empoli è sempre stato crocevia di commerci, luogo d’incontro tra popoli e città diverse. Con la 540esima edizione del volo del ciuco Empoli vive un momento di valorizzazione della propria identità storica e di grande compattezza della propria comunità”.

“Una grande occasione per una ricorrenza che risale alla notte dei tempi e che dal 2008 è stata recuperata dalla Compagnia di Sant’Andrea – ha sottolineato il consigliere regionale Enrico Sostegni – È un’associazione impegnata da anni, insieme all’amministrazione comunale, a dare nuova vita al centro storico, che si sta trasformando in uno dei centri più vivi e vivibili della Toscana”. Il programma delle iniziative previste dal 1 al 16 giugno prossimo è molto articolato. Si va dalla mostra degli abiti realizzati dalla sarte volontarie della Compagnia di Sant’Andrea per il corteggio storico, alla cena medievale nel chiostro del Cenacolo degli Agostiniani.

Empoli Empoli ha 900 anni, ‘Volo del ciuco’ in edizione straordinaria 18119182 1730788127218527 8588406439471972139 n

Aspettando il volo del ciuco

“Questa 540esima edizione si inserisce a pieno titolo nelle iniziative per ricordare i novecento anni dall’incastellamento di Empoli, che ci hanno permesso, fra l’altro, di scrivere mille pagine di storia della città – ha precisato il sindaco di Empoli, Brenda Barnini – Investiamo nel coinvolgimento della cittadinanza, in ciò che siamo stati nel tempo e ciò che possiamo ancora essere. Empoli è stata nei secoli un punto di riferimento per un territorio che va molto oltre i suoi confini amministrativi e municipali. È necessario far emergere nella popolazione quel senso di appartenenza e di apertura che occorre per non avere paura dell’altro. Se sai chi sei e da dove vieni, è più semplice essere accogliente” .

“Per la prima volta nella storia il Volo del ciuco si svolgerà in notturna proprio per valorizzare l’evento con un corteo di oltre duecento figuranti – ha aggiunto l’assessore alla cultura del comune di Empoli, Giulia Terreni – Dietro i due-tre giorni della manifestazione c’è un lavoro dei volontari che dura tutto l’anno. Dopo il volo quest’anno la manifestazione si sposterà in piazza della Vittoria con la cena medievale “
“Sarà una serata diversa, più ricca rispetto al solito – ha precisato il direttore della compagnia di Sant’Andrea Claudio Del Rosso – Ci sarà un’intera serata con spettacoli dal vivo di musica medievale e celtica. Saranno aperti tutti i negozi. Ci sarà un concorso fotografico nazionale a premi, seguito da una mostra. Non ci fermiamo qui. La compagnia di Sant’Andrea, laica, nata nel 1340 e da noi ricostituita nel 2008, concluderà poi le sue iniziative di quest’anno l’11 novembre con la commemorazione di Farinata degli Uberti”.

Ufficio stampa Consiglio regionale Toscana

Share.

Leave A Reply