#Climatestrike: anche Empoli scende in piazza per il clima

0

Il 15 marzo anche Empoli scende in piazza nello sciopero globale contro il cambiamento climatico con due appuntamenti: alle 16 in via del Papa 41, davanti al Comune, la sezione empolese di Fridays For Future organizza un sit-in e alle 17.30 in piazza della Vittoria concentramento promosso dal Csa Intifada (a seguire cena sociale).

L’Empovaldo ha fatto qualche domanda a Antonio Montesano, studente di giurisprudenza e fra i promotori della sezione empolese di Fridays For Future, il movimento nato dalla protesta della giovane svedese Greta Thunberg che un venerdì mattina di fine agosto non è andata a scuola e si è seduta davanti al Parlamento con un cartello con la scritta “sciopero della scuola per il clima”.

Perché una manifestazione anche a Empoli?
Perché Greta, la ragazzina fondatrice del movimento globale, fra i tanti messaggi che ci ha mandato in queste settimane ci ha anche fatto capire che nessuna persona e nessun posto è troppo piccolo per dare una scossa al tema della tutela ambientale promuovendo politiche ecosostenibili.

Fridays For Future #Climatestrike: anche Empoli scende in piazza per il clima Friday4FutureEmpoli 1

Quali sono le aspettative di questo movimento?
Sono quelle di sensibilizzare finalmente la popolazione mondiale e fargli notare che non ci sono piani alternativi o pianeti diversi dal nostro e che quindi lo dobbiamo trattare come se fosse casa nostra. E il movimento funziona se si costruisce una rete di iniziative capace di imbrigliare nelle sue maglie più persone possibili.

Come preparasi alla giornata del 15 marzo?
Considero assolutamente di seguire la pagina di Greta Thunberg e quella di Greenpeace che anche solo con una foto riesce a focalizzare il problema e suscitare una riflessione profonda.

Recentemente Greta ha detto che la sua protesta non si fermerà fino a quando le emissioni di gas serra non saranno scese sotto il livello di allarme. Dunque, purtroppo, anche venerdì della prossima settimana la vedremo seduta con il suo cartello davanti al Parlamento svedese.

 

 

Share.

Leave A Reply